Accoglienza

Casa del pellegrino: I visitatori che giungono al Santuario hanno la possibilità di usufruire del servizio di ristorazione e alloggio della “Casa di accoglienza del pellegrino” scegliendo la formula più idonea alle loro esigenze:

B&B

B&B: pernottamento e prima colazione;

mezza pensione: pranzo o cena, colazione e pernottamento;

pensione completa: prima colazione, pranzo, cena e pernottamento.

Ostello dei giovani

Un altro edificio riservato  alla ristorazione e all’alloggio è l’ostello dei giovani che si presta ad ospitare soprattutto gruppi di ragazzi e di scout.Adatto particolarmente per chi vuole gestire in autonomia il proprio soggiorno presso il Santuario. L’ostello dispone, infatti, oltre ad una novantina di posti letto, di una cucina e di quattro saloni adibiti a refettorio.

Nella struttura è inoltre presente una piccola cappella.

L’ostello è circondato da un ampio spazio esterno, adatto per i giochi all’aperto, utili per la socializzazione, per meditare e/o confrontarsi rimanendo a stretto contatto con la natura.

I pellegrini che arrivano al Santuario hanno la possibilità di sorseggiare un buon caffè usufruendo del “Bar del Santuario”. Oltre ad offrire un ottimo servizio, il bar è sito in una posizione strategica, infatti, dall’ampio piazzale che vi si trova davanti, è possibile godere di una meravigliosa vista.

La Basilica di di Maria SS. Addolorata  accoglie fedeli e visitatori. Ogni giorno è aperto sia per la preghiera e per la possibilità di ammirare il suo straordinario patrimonio artistico e naturalistico.  L’ingresso in Basilica è totalmente gratuito. Non condividiamo la scelta d’imporre un ticket d’ingresso nei luoghi di culto. Tuttavia ci appelliamo alla generosità dei visitatori per aiutarci a garantire ordine, servizi, decoro e manutenzione. Opportunamente si può lasciare una libera offerta presso la segreteria che si trova all’ ingresso della Basilica. Il ricavato delle oblazioni sarà utilizzato per le attività di conservazione e restauro della Basilica e per tutte le spese legate alla sua fruizione (accoglienza, vigilanza, utenze, pulizie, ecc.).

Centro Don Nicola Lombardi

Il centro di accoglienza ed info point “don Nicola Lombardi” è stato inaugurato dall’Arcivescovo Metropolita mons. GianCarlo Maria Bregantini, il 22 marzo 2011 in occasione del 123° anniversario della prima apparizione di Maria SS. Addolorata.
Il centro è intitolato alla figura di don Nicola Lombardi (* Colle d’Anchise (CB), 16/02/1926  + Castelpetroso (IS) 05/04/2009), valoroso testimone della storia del Santuario di Castelpetroso dal 1955 fino alla sua morte avvenuta nel 2009. Egli ha partecipato attivamente alla costruzione della cupola e della facciata infatti, non ha disdegnato i lavori manuali più umili ma necessari alla costruzione del Tempio e alla funzionalità dell’Orfanotrofio.
Il centro è una struttura articolata che comprende un punto informativo e molteplici sale, ognuna delle quali porta a conoscenza del pellegrino diversi aspetti della storia e della realtà del Santuario. Nella “sala multimediale” è possibile assistere alla proiezione di un filmato che descrive la storia del Santuario, dalle prime apparizioni fino ai nostri giorni.  La “sala mostra fotografica” permette al pellegrino di fare un viaggio nel passato attraverso le immagini in bianco e nero, queste infatti, fissano in uno scatto i fatti e i personaggi che dal 1888 (anno delle prime apparizioni) al 1975 (anno della consacrazione del Tempio) hanno reso possibile l’edificazione del Santuario e la diffusione del messaggio di Maria. Nel corso degli anni tante sono le grazie ottenute per intercessione della Madonna Addolorata: a testimoniarle i numerosi ex voto donati dai fedeli come ringraziamento e conservati nella “sala ex voto“. Inoltre nel centro è possibile visitare un artistico presepe permanente dono dei devoti di Pietramelara (CE).

Auditorium

L’auditorium del Santuario di Maria SS. Addolorata è una struttura moderna, dotata di un impianto audio, luci e video all’avanguardia. Ha una capienza di circa 500 persone ed è idoneo ad ospitare tutto ciò che riguarda il business event, la convegnistica, le rappresentazioni teatrali, i concerti, le manifestazioni e gli eventi culturali di vario genere. Inoltre offre la possibilità di richiedere il servizio buffet. Soluzione ideale per chiunque intenda organizzare un evento poiché, oltre a poter usufruire di un servizio ottimale, l’auditorium dista solo alcune centinaia di metri dalla Strada Statale, è quindi di facile accessibilità anche per chi vi si reca per la prima volta

Itinerario "Il respiro dell'arte"

Nel corso del 2012 è stato realizzato un breve itinerario, denominato “Il respiro dell’arte”, suddiviso in quattro tappe:

  • Santuario Maria SS. Addolorata di Castelpetroso.
    Immerso nel verde alle pendici del monte Patalecchia, appare il Santuario dell’Addolorata di Castelpetroso, il mistico luogo che nel lontano 1888 vide manifestarsi la Vergine Madre con il Figlio morto.
  • Sant’Angelo in Grotte.
    In questo caratteristico borgo medievale è possibile ammirare la Chiesa Madre di San Pietro in Vincoli sotto alla cui pavimentazione è situata una bellissima cripta che da quasi sette secoli custodisce un ciclo completo di affreschi dedicati alle sette opere di misericordia.
  • Sito archeologico di Altilia-Sepino.
    Località di elevato valore storico, visitare Altilia vuol dire vivere l’Arcadia. Sono presenti resti dell’antico villaggio romano, con il Foro, la Basilica, l’antico Macellum, il Tempio e il Teatro che è l’edificio più monumentale, infatti, poteva arrivare ad ospitare fino a 3.000 persone.
  • Santuario Madonna della Libera di Cercemaggiore.
    Le origini del culto della Madonna di Cercemaggiore risalgono al 1412, anno in cui fu ritrovata la statua lignea della Vergine, fatta risalire al XII-XIII secolo e che, ancora oggi, è venerata nel Santuario.